IN PRIMO PIANO

Umbria informati territorio > Umbria
Umbria
Assisi
Foligno
Perugia
Cascata delle Marmore
Orvieto

Umbria

Terra prevalentemente di colline, l’Umbria risulta l’unica regione peninsulare dell’Italia priva di sbocchi sul mare.
Il paesaggio dell'Umbria è uno dei più interessanti e vari d'Italia dal punto di vista naturalistico. Alla catena appenninica si aggiungono le pianure interne, i ripidi burroni, la dolcezza delle colline, e ancora laghi, cascate ed estese foreste che rappresentano l'ultimo rifugio per alcune specie tra le più rare della fauna italiana, come il lupo, il gatto selvatico e l'aquila reale. L'accresciuta sensibilità per le tematiche ambientali negli ultimi anni, ha portato all'istituzione di numerosi parchi regionali e di un parco nazionale.

L'Umbria è come un grande palcoscenico naturale ricco di arte e cultura, di testimonianze del passato, di nuovi fermenti e tendenze. Tutto quanto fa spettacolo, dagli itinerari ai grandi eventi in scena.
Ci sono le grandi manifestazioni celebri nel mondo a partire da Umbria Jazz nelle tre versioni, quella invernale a Orvieto, quella di Pasqua a Terni, dedicata alla musica gospel e soul, e la classicissima d'estate che raccoglie a Perugia nel mese di luglio le più grandi star del panorama attuale. E poi lo Spoleto Festival, il TodiArteFestival e Segni Barocchi di scena a Foligno.
Infine le rievocazioni storico-folkloristiche: ogni città ha la sua, le più famose sono la Quintana di Foligno, le Gaite di Bevagna, il Palio dei Terzieri di Città della Pieve e quello della Balestra a Gubbio.

Per conoscere luoghi e tesori incontaminati, monumenti e reperti che attraversano secoli ed epoche, con uno sguardo sempre rivolto al divertimento e al turismo intelligente da vedere borghi di pietra che sembrano autentici presepi. Rocche e castelli raccolti sui colli. Conventi immersi nel verde, come sospesi in un antico silenzio. Sono questi gli ingredienti principali dell’Umbria: una regione squisita, che pare disegnata per regalare emozioni senza tempo. Una terra incastonata nel cuore verde dello stivale, che ha saputo ritagliarsi un ruolo di tutto rispetto nel variegato panorama turistico italiano. È questo il luogo ideale per chi subisce il fascino di natura, misticismo e storia (specie quella medievale). Incalcolabili i capolavori, che impreziosiscono anche i piccoli centri della regione. La seduzione dell’Umbria è anche questo: l’essere un “museo diffuso”, con arte e storia, non esclusiva prerogativa di grandi centri e musei.

Piccola terra dai grandi sapori, l’Umbria riesce a soddisfare pienamente ogni tipo di palato.
Si va da portate di pesce di acqua dolce al fiore all’occhiello della gastronomia regionale: il maiale. Eccellenti anche i formaggi, meglio ancora se accompagnati da un bicchiere di vino: Sagrantino di Montefalco, Grechetto di Assisi o Vernaccia. Altri due fiori all’occhiello della cucina umbra sono le lenticchie di Castelluccio e il tartufo, che si sposa un po’ con tutte le pietanze.